Clown&Clown Festival 2015: ospiti ed eventi dell'11a edizione


di Mirko Pisacane Settembre: la più bella delle parole, il calore dell'Estate di giorno e il vento dell'Autunno la sera.

L'Edizione 2015 del Clown&Clown Festival è alle porte, il nostro borgo si sta trasformando in un grande circo a cielo aperto e ci regalerà moltissime emozioni. Chi non conosce il naso rosso che domina dal campanile di S. Stefano? Il naso rosso, la maschera più piccola del mondo, il mezzo attraverso il quale diffondere messaggi di positività, accoglienza, coraggio, uguaglianza ma anche di rispetto della diversità. Quest'anno la novità è lo yarn bombing in chiave patchwork (non vi ricordano i vestiti dei clown?), arte di strada che impiega pezzi di stoffa cuciti insieme, con i quali i sangiustesi stanno vestendo alberi, maniglie delle porte, vasi, panchine, balconi... Immaginate vostra nonna che da quest'inverno cuce pezzi di stoffa insieme, china vicino la finestra sorride aiutando così sua nipote a diffondere il valore universale della risata in una girandola di emozioni.

Quest'anno, seguendo l'esempio dell'installazione "La Città del gioco" in Piazza Joeuf realizzata dalla pittrice Alessandra Carloni per la decima edizione, verrà inaugurato un altro murale nei pressi dell'Auditorium Sant'Agostino: Happiness is a Choice a cura di Mattia Orsili, Elia Aliberti e Mauro Spinelli.

Verranno consegnati eccezionalmente due premi "Clown nel Cuore", un riconoscimento importante per l’Ente Clown&Clown che organizza il festival e per la cittadinanza sangiustese che partecipa in maniera straordinaria. In un periodo storico in cui la cronaca giornaliera è purtroppo lo specchio di una grave crisi culturale, sociale e civile, l’organizzazione ha deciso diconsegnare il premio venerdì 2 Ottobre a Don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele, oggi accanto a giovani e adulti con problemi di dipendenza, donne costrette alla prostituzione, migranti, malati di Aids, famiglie in difficoltà. Convinto che solo il “noi” possa costruire cambiamento e giustizia sociale, nel 1995 don Ciotti ha dato origine a Libera, che oggi coordina l’impegno di oltre 1.600 realtà in Italia e in Europa, attive nel contrasto alla criminalità organizzata, alle mafie e nella promozione di una cultura della legalità e della responsabilità. Domenica 4 ottobre durante la conclsione del Festival verrà consegnato il Premio ad Enrico Brignano, noto attore, comico, regista e conduttore televisivo italiano spesso impegnato nel sociale, come per esempio nei confronti dell’Associazione Andrea Tudisco Onlus di Roma, attiva dal 1997 in progetti rivolti in particolare a bambini affetti da gravi patologie ed alle loro famiglie attraverso la clown-terapia.

Tra gli altri ospiti d'eccezione, l'artista Simona Atzori, ragazza priva di braccia dalla nascita che non si è mai persa d'animo intraprendendo sin da giovane l'attività di pittrice e di ballerina classica. Il 3 ottobre Simona condurrà il workshop intitolato “Il coraggio di essere felici” (info per iscrizioni su www.clowneclown.org), con la sua carica vitale ed il suo bellissimo sorriso che comunicano emozioni e quel desiderio che c’è dentro ognuno di noi di rendere la propria vita degna di essere vissuta.

David Larible, uno dei più noti e bravi al mondo, vincitore del Clown d'Argento al Festival di Montecarlo nel 1988 e del Clown d’Oro nel 1999, conosciuto al pubblico della TV per aver affiancato Andrea Lehotská nella conduzione di Circo Estate su Rai 3 nel 2012 e nel 2013. Larible sarà il protagonista del “Gran Galà della Risata” del 2 ottobre insieme al Trio di Montatori Okea di Colorado e ad altri artisti italiani quali Matteo Galbusera, Matthias Martelli e Ugo Sanchez Jr, alla coppia nordamericana Strange Comedy e al trio Olè capitanato dall’americano Paul Moroccos.

Ci sarà anche "Zio Enzino" Iacchetti, come viene chiamato affettuosamente dai sangiustesi, il 1° ottobre sarà protagonista di una intervista pubblica intitolata “Storia di un ragazzo che scoprì di avere un cuore Clown”, in cui racconterà la sua vita, i suoi successi e le sue delusioni fino all’esperienza del Clown&Clown Festival al quale partecipa generosamente da cinque edizioni.

Si svolgerà la II edizione del ClownFactor, il primo reality clown riservato ad artisti e performer dello spettacolo dal vivo. Inoltre ci saranno mostre fotografiche per le vie del centro (la mostra “Libri senza parole” nel Polo Museale all’interno del progettonazionale “La Biblioteca che verrà”raccogliere fondi per creare una biblioteca per i popoli migranti a Lampedusa), incontri con l’autore, conferenze, workshop sullo street show, yoga e flash mob della risata. Laboratori ed incontri per gli allievi delle scuole della provincia tra i quali uno condotto da Francis Calsolaro,clown e ideatore di missioni umanitarie come la recente “Il Saluto del Cuore” in Cambogia.

Ma le sorprese non fniscono qui, durante la mattinata di sabato 3 ottobre, con “Hug of Colors” centinaia di bambini vestiti di bianco immergeranno le mani in vernici naturali e si coloreranno abbracciandosi. Nel pomeriggio l'Esplosione di Colori con suoni, giochi, balli e nuvole di colore che dipingeranno i parteciparti dalla testa ai piedi. Si terminerà domenica 4 ottobre con l’oramai famoso e atteso “Rimbalzi di Gioia”, gigantesca animazione di piazza con migliaia di mega palloncini colorati che ogni anno manda in delirio tutti i partecipanti. Tanti stand, infine, vi daranno la possibilità di acquistare gadget e ricordi di questo straordinario evento. Come il libro che ripercorre i primi dieci anni del festival, che sarà in vendita da domenica 27 settembre, e che finanzierà anche un progetto sociale.

I cardini di questo progetto sociale sono l'amore per il prossimo, la condivisione e la solidarietà. Non dimentichiamolo: il Festival siete tutti voi, vi aspettiamo!

#clownclown #montesangiusto #cittàdelsorriso #clownfestival

Featured Posts
Recent Posts